Gengive infiammate 1

Gengive infiammate: quali rimedi e precauzioni adottare nei bambini?

Ecco cosa fare quando i bambini soffrono di gengive infiammate

Anche ai nostri piccoli può capitare di soffrire della cosiddetta “gengivite”, termine tecnico con il quale ci si riferisce alla tipica situazione di gengive infiammate, che si manifesta con sintomi come: arrossamento, gonfiore, recessione gengivale, presenza di herpes o lesioni, o infine sanguinamento.

Vediamo quindi quali sono le principali cause, le precauzioni utili da adottare o eventualmente i rimedi per gengive infiammate nei bambini.

Cause delle gengive infiammate 

La causa più comune che porta all’infiammazione delle gengive nei bambini è l’accumulo di placca.

Come sappiamo la placca, se non rimossa correttamente attraverso l’uso regolare dello spazzolino può portare alla formazione di uno strato ruvido e opalescente, visibile anche a occhio nudo, sui dentini dei bambini.

L’accumulo di placca non rimossa per lungo periodo permette ai batteri di depositarsi sulla superficie del dente, se questi non vengono rimossi attraverso la pulizia, la gengiva comincerà ad infiammarsi, i vasi sanguigni all’interno dei tessuti molli tenderanno ad ingrossarsi e a gonfiarsi e le gengive potrebbero apparire di un colore rosso vivo o cominciare a sanguinare.

Ad una forte infiammazione può seguire una recessione (poco frequente nei bambini, ma da non sottovalutare): le gengive quindi tenderanno a ritirarsi, avranno un aspetto meno corposo e daranno l’impressione di sembrare poco attaccate alla dentatura. 

Se questa condizione perdura per molto tempo lo strato alla base del dente rimarrà scoperto, e sarà uno spazio ottimale per l’ulteriore proliferazione di batteri, che potrebbero dar luogo a problemi più seri come la parodontite.

L’accumulo di placca non curato inoltre è responsabile di alcuni disturbi più lievi tra cui la formazione di tartaro o di carie.

È importante quindi assicurarsi che i nostri bambini lavino correttamente i denti per prevenire qualsiasi tipo di disturbo.

Precauzioni utili per non avere gengive infiammate

Come abbiamo detto è fondamentale educare i bambini ad avere cura dei denti e della bocca già da piccolini. È importante che essi abbiamo ben chiaro che occuparsi dell’igiene orale non è una scomoda costrizione ma una sana abitudine per mantenersi in salute.

Da genitori quello che possiamo fare quindi è abituare i nostri figli a una corretta routine di pulizia, per evitare di dover ricorrere in futuro a rimedi contro l’infiammazione.

Ricordiamo inoltre che controlli periodici da un dentista specializzato nella cura dei bambini, con cadenza annuale oppure ogni 6 mesi, è consigliatissimo e funzionale al monitoraggio della buona salute del cavo orale dei nostri figli per molteplici aspetti, senza contare il fatto che contribuisce a fornirgli un buon esempio su come occuparsi della propria salute quando saranno grandi.

Importante anche tenere sotto controllo l’alimentazione dei bambini: troppi zuccheri, si sa, contribuiscono alla formazione di placca e batteri a causa dell’alterazione del Ph naturale della bocca, problema che aumenta notevolmente se correlato ad una pulizia scarsa o inesistente. Anche una forte carenza di vitamina E può influire sulla salute del cavo orale.

Una delle cause dell’infiammazione delle gengive nei bambini potrebbe essere dovuta anche uno spazzolamento non corretto. Non è detto infatti che usare lo spazzolino frequentemente significhi usarlo nel modo giusto. Alcuni bambini infatti sono soliti mordere lo strumento piuttosto che sfregarlo sui denti. Un’altra pratica che i genitori possono adottare è quella di osservare come il bambino si occupa della propria pulizia dentale ed eventualmente correggerlo.

Senza dubbio anche controllare periodicamente la bocca e i denti dei nostri figli è un’ottima precauzione, anche perché spesso l’infiammazione gengivale non causa dolore nelle fasi iniziali, fino a quando non dà origine a problemi più gravi, come sensibilità dentinale e carie.

Alcuni fattori da tener d’occhio sono il sanguinamento durante il lavaggio dei denti, gengive gonfie e irritate e, non meno importante, l’alitosi del bambino.

Caramelle ricche di zuccheri che contribuiscono alla formazione di placca

Rimedi per gengive infiammate nei bambini

Alcuni semplici rimedi da adottare nel momento in cui scopriamo che i nostri bambini hanno un’infiammazione delle gengive in corso sono:

  1. Tenere sotto controllo la pulizia dentale, correggere il bambino nel caso di una pulizia inadeguata o insufficiente
  2. Utilizzare uno spazzolino con setole morbide, così da non rischiare di peggiorare lo stato di infiammazione delle gengive
  3. Utilizzare sempre prodotti per la cura dei denti e della bocca specifici per la giusta fascia d’età
  4. Utilizzare un dentifricio apposito per gengive sensibili per bambini
  5. Dopo la normale pulizia dei denti aggiungere un trattamento con collutorio specifico consigliato dal dentista, non utilizzate prodotti senza prescrizione medica perché potrebbero non essere adatti per i vostri piccoli
  6. Sempre su consiglio del dentista potrebbero venir proposti dei gel gengivali per alleviare l’infiammazione.

Nella maggior parte dei casi, con una routine di pulizia corretta e seguendo qualche piccolo accorgimento, il problema delle gengive infiammate si risolve in breve tempo e senza particolari conseguenze, ma se la situazione non dovesse migliorare rapidamente, è sempre bene rivolgersi a un pediatra.

E voi che routine adottate?
Avete qualche consiglio da aggiungere a quanto già scritto? Dite la vostra nei commenti qui sotto: 

Condividi:

Twitter
Telegram
WhatsApp
Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri articoli sul Mal di Denti

Mal di denti in gravidanza
gravidanza

Mal di denti in gravidanza

Tutto sulle possibili cause del mal di denti in gravidanza, i rischi che può comportare e i rimedi per risolverlo La gravidanza è un momento