bambina che sorride

Carie nei bambini: tutti i consigli per una corretta prevenzione

I migliori consigli per prevenire la formazione di carie nei bambini!

Generalmente tendiamo ad avere così cura del nostro bambino sin dalla nascita, che qualsiasi problema che può sorgere legato alla loro salute ci disorienta e desta in noi grande preoccupazione. Già da piccoli, un problema che si manifesta non di rado e che va affrontato nell’immediato è la carie dentale. Essa infatti può danneggiare molto velocemente i denti da latte, arrecando grande fastidio ai bambini, oltre ad influire negativamente sullo sviluppo della dentatura permanente.

Quali sono le principali cause di carie nei bambini?

La carie è un’infezione batterica derivante dall’accumulo di placca, che in assenza di una buona igiene orale può erodere lo smalto dei denti e intaccare il nervo, fino a causare il temuto mal di denti. 

Nei bambini l’insorgere della carie è molto frequente, innanzitutto per la loro naturale predisposizione al consumo di cibi ricchi di zuccheri. Infatti, è difficile trovare un bambino che rifiuti un cioccolatino o una caramella, poiché il gusto dolce, associato anche al latte, è quello che in prevalenza li accompagna sin dalla nascita.

Un esempio di carie molto precoce è rappresentato dalla sindrome da biberon, che colpisce i bambini già nei primi anni a seguito di un’assunzione eccessiva e prolungata di bevande dolci dal biberon (camomilla, tisane, latte e succhi di frutta), lasciate dai genitori a disposizione dei piccoli, come metodo calmante prima della nanna.

marshmellow amati dai bambini, ma attenzione alla carie!
Dolci amati dai bambini

Inoltre, lo smalto dei denti da latte è più sensibile perché meno mineralizzato e risulta così più debole all’attacco dei batteri.

Un altro fattore importante è che non sempre i bambini sono in grado di lavarsi bene i denti in completa autonomia, neanche i più grandicelli, se non sono stati abituati a farlo correttamente. Oltre ad usare bene lo spazzolino è anche fondamentale la frequenza con cui vengono lavati i denti, che dovrebbe essere di almeno due volte al giorno.

Che conseguenze può avere una carie non curata nei bambini?

Spesso si tende erroneamente a trascurare la carie che colpisce i denti da latte, visto che saranno poi sostituiti da quelli permanenti. Ma non si pensa ai problemi che può riscontrare il bambino se una carie profonda gli procura la perdita prematura di un dente da latte, né al fatto che l’infezione può estendersi alla gemma del dente permanente. Infatti, essendo le radici dei denti da latte molto piccole, può accadere che in tempi brevi la carie colpisca anche il nuovo dente che non è ancora spuntato. 

Per quanto riguarda la perdita di un dente da latte, che può verificarsi nel caso di un’infezione particolarmente estesa, è bene sottolineare che oltre ai disagi legati alla masticazione, gli spazi vuoti tra un dente e l’altro possono facilitare la migrazione dei denti su tutta l’arcata provocando malocclusione e disallineamento nelle arcate anche dei futuri denti permanenti.

carie, prevenzione e denti sani
Carie, prevenzione e denti sani

Come prevenire la carie nei più piccoli?

La prevenzione, nei bambini così come negli adulti, è sempre il miglior strumento per contrastare la carie, poiché, una volta presente, l’infezione deve necessariamente essere curata dall’odontoiatra, altrimenti potrà solo peggiorare.

Dunque, quali indicazioni è opportuno seguire per scongiurare la formazione della carie sui denti dei nostri bambini? 

  • Sicuramente va limitato il consumo di cibi pieni di zuccheri: i fuori pasto in particolar modo sono dannosi perché vengono consumati velocemente e magari fuori casa, senza avere poi modo di lavare i denti. I batteri della placca hanno modo così di proliferare e aggredire i denti ripetutamente nell’arco della giornata. Alle caramelle o merendine confezionate è bene preferire la frutta o comunque uno spuntino più leggero con meno zuccheri.
  • Le caramelle gommose, il miele, le creme spalmabili e tutti i cibi con elevato potere adesivo devono essere evitati o comunque costituire un’eccezione. Riuscendo infatti ad attaccarsi ai denti, fanno in modo che la placca si depositi più facilmente e resti adesa più a lungo, risultando più difficile da rimuovere.
  • Le bibite gassate o zuccherate, come soft drinks e succhi di frutta, aggrediscono lo smalto dei denti essendo più acide, e per quanto possibile dovrebbero essere eliminate nella dieta dei bambini, al contrario di ciò che accade solitamente. Andrebbero sostituite piuttosto con  frullati di frutta fresca, senza aggiunta di zucchero.
  • Seppur difficile, considerando i gusti dei più piccoli, sarebbe opportuno abituare i bambini ad un maggior consumo di alimenti cosiddetti carioprotettivi, ossia che contrastano l’insorgere della carie:  formaggi stagionati, latte, acqua, cibi fibrosi e poco adesivi come verdure crude (sedano e finocchio in particolare).
  • È importante insegnare ai bambini a lavare bene i denti, almeno due volte al giorno (mattina e sera), per due minuti. Sono da preferire gli appositi spazzolini per bambini, così come uno specifico dentifricio al fluoro, che fino ai 12 anni dovrebbe avere una ridotta percentuale di fluoruro (ppm inferiore a 1450).
  • Abituarli all’uso regolare del filo interdentale per completare la pulizia dei denti
  • Assicurarsi che i bambini ricevano un apporto adeguato di fluoro, di cui l’acqua è la fonte primaria. A tal proposito un controllo dal dentista può essere utile per rilevare eventuali carenze attraverso una verifica del grado di mineralizzazione dello smalto.
  • Si può valutare di ricorrere alla sigillatura dei solchi dei denti molari, procedura che effettuerà il medico applicando un apposito materiale in resina, che rende la superficie del dente più liscia contrastando il depositarsi della placca. Se parliamo di denti permanenti, si può eseguire dai 6 ai 9 anni circa, ma è possibile applicarla anche ai denti da latte.
  • I controlli dal dentista sono consigliati ogni 6 mesi sin da quando il bambino ha completato la dentatura da latte
bambina che lava i denti
Bambina che lava i denti

La carie è un problema comune a tutti i bambini, anche i più piccoli. Ma attraverso un’attenta prevenzione è possibile contrastarne la formazione. Mamma e papà ricoprono un ruolo fondamentale in questo, potendo dare il buon esempio e trasmettendo ai propri figli l’importanza dell’igiene orale quotidiana. Inoltre, attuando tutti gli accorgimenti necessari, come limitare il consumo di dolci a favore di frutta e verdura, bere molta acqua ed eseguire visite periodiche dal dentista, si potrà garantire la salute sia dei denti da latte, sia di quelli permanenti.

Se l’articolo ti è stato utile faccelo sapere con un commento! 🙂

Condividi:

Twitter
Telegram
WhatsApp
Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri articoli sul Mal di Denti

Mal di denti in gravidanza
gravidanza

Mal di denti in gravidanza

Tutto sulle possibili cause del mal di denti in gravidanza, i rischi che può comportare e i rimedi per risolverlo La gravidanza è un momento