Bambino in visita dal dentista

Prima visita dal dentista: quando effettuarla?

Tanti genitori si chiedono quale sia il momento migliore per portare il proprio figlio dal dentista a effettuare la prima visita. 

Si sa, spesso i bambini non hanno un ottimo rapporto coi camici bianchi e sono reticenti nel farsi visitare da qualsiasi medico. Se poi la visita riguarda la bocca e quindi richiede una certa collaborazione da parte del piccolo paziente, possiamo immaginare come una cosa estremamente importante possa tradursi in una situazione davvero complicata da gestire.

Questo non deve scoraggiarci! La prima visita dal dentista è importante e non deve essere rimandata solo perché apparentemente il nostro bambino ha una dentatura perfetta e ci prendiamo  scrupolosamente cura della sua igiene orale. L’età migliore è tra i 3 e i 4 anni, ovviamente a meno che non si manifestino dei problemi prima.

Perché è importante portare i bambini dal dentista sin da piccoli?

La prima visita dei bambini dovrebbe avvenire quando tutti i denti da latte sono ormai presenti, e ciò accade generalmente verso i 3 anni. 

Già da quando iniziano a mangiare più autonomamente e magari a scoprire dolci, caramelle e cioccolato, se non si presta la dovuta attenzione nel lavare i denti, è possibile che si formino le prime carie, che non devono essere trascurate, anzi dovrebbero essere evitate con una corretta prevenzione.

Perfino da più piccini, se abituati ad addormentarsi con un biberon pieno di latte o altra bevanda zuccherata (tisane o succhi di frutta) possono subire gravi danni ai primi dentini, per via di quella che è definita sindrome da biberon, che si caratterizza per la presenza di numerose carie sull’arcata superiore. Gli zuccheri contenuti in queste bevande, rimanendo a contatto coi denti per tutta la notte, danno modo ai batteri di proliferare in bocca e causare infezioni, sotto forma appunto di carie. 

I denti da latte vanno tutelati come quelli permanenti. In particolare, se a causa di una carie profonda il bambino perde un dentino prematuramente, questo può risultare dannoso per la masticazione ma anche per il corretto sviluppo delle ossa della mascella.

Inoltre, è bene che il bambino abbia un primo approccio con la poltrona del dentista in un momento tranquillo e in cui non ha un reale problema. Se è in preda a un mal di denti per via di una carie che deve essere curata, di certo il pronto intervento del dentista non potrà che essere associato nella sua mente a un episodio poco piacevole.

Come preparare il bambino prima della visita?

I dentisti pediatrici, che hanno a che fare abitualmente con bambini, sapranno certamente accoglierli nel modo migliore, mettendoli a proprio agio per rendere la visita un evento non solo il meno traumatico possibile, ma addirittura piacevole. Spesso infatti si trovano sale d’attesa a misura di bambino, attrezzate con giochi e libri per intrattenere i piccoli in maniera spensierata. Anche la musica in sottofondo o semplici trucchi adottati dal medico per rendere giocosa la nuova esperienza, come dare dei nomi simpatici agli strumenti utilizzati e descrivere al bambino i suoi denti guardandoli nello specchio, possono fare la differenza per entrare in sintonia col piccolo paziente.

bambino prima visita dal dentista
Bambino che esegue una visita dal dentista

L’aiuto dei genitori può essere determinante per preparare il bambino ad affrontare al meglio la prima visita.
Di seguito qualche consiglio:

  • informate il bambino qualche giorno prima, senza enfatizzare troppo l’appuntamento col dentista
  • scegliete un giorno in cui non ha altri impegni e un orario in cui sapete che è tranquillo e non stanco
  • lasciatelo libero di indossare i vestiti che più preferisce e che li risultano comodi
  • portate con voi il suo giocattolo preferito
  • preparatelo al fatto che dovrà aprire la bocca per far vedere i suoi bei dentini al dottore, descrivendolo come una figura amica che ci dà dei consigli
  • evitate di associare la visita a parole negative come “paura” o “dolore”, ma cercate di fargli vivere questa esperienza come un gioco
  • state tranquilli e non trasmettete le vostre ansie, se avete anche voi timore del dentista vostro figlio lo percepirà
  • restate al suo fianco durante la visita per dargli supporto

I nostri consigli

Anche se non vi sono carie o altri problemi visibili sui denti del bambino, fissare una visita di controllo può essere sempre utile, anche solo per ricevere informazioni e consigli dallo specialista e per far familiarizzare il piccolo con un ambiente medico del tutto nuovo.

Quindi, dopo i 3 anni, quando il bimbo ha completato la dentizione decidua, ossia ha messo tutti i 20 denti da latte, è altamente consigliato programmare una prima visita dal dentista.

Seppur siamo convinti di aver dato importanza all’igiene orale del nostro piccolo, insegnandogli a spazzolare bene i denti anche da solo, certamente il dentista saprà verificare se vi sono alcuni aspetti da tener sotto controllo come un principio di carie, oppure un problema di malocclusione, o se vi è la necessità di utilizzare un apparecchio per correggere eventuali difetti, o altro ancora. In questi casi è fondamentale affidarsi a un professionista ed intervenire il prima possibile per risparmiare future cure odontoiatriche a tuo figlio.

Se il nostro articolo ti è stato utile faccelo sapere in un commento!
Oppure seguici sulla pagina Facebook per non perderti nessun consiglio prezioso della nostra community di genitori.

Condividi:

Twitter
Telegram
WhatsApp
Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri articoli sul Mal di Denti

Mal di denti in gravidanza
gravidanza

Mal di denti in gravidanza

Tutto sulle possibili cause del mal di denti in gravidanza, i rischi che può comportare e i rimedi per risolverlo La gravidanza è un momento